Home / alta moda / SALE DELLE ARTI DELLA REGGIA DI VENARIA

SALE DELLE ARTI DELLA REGGIA DI VENARIA

29 MARZO 14 SETTEMBRE
ALTA MODA,GRANDE TEATRO
A cura di Massimiliano Capella
In collaborazione con ComunicaMente

01/04/2014 Il connubio artistico tra la genialità degli stilisti italiani ed il Teatro si materializza con la mostra evento ospitata nei suggestivi spazi della Reggia di Venaria:Il percorso rivela come il Made in Italy sappia interpretare il mondo del Teatro trasformandosi in una diversa voce narrante .
Armani,Balestra,Biagiotti, Capucci, Fendi, Ferretti,Missoni,Valentino,Versace hanno magnificato le star del Teatro quali:Mirella Freni Raina Kabaivanska Joaquin Cortes Kiri Te Kanawa June Anderson etc… Non parliamo più di abiti ma di opere che riflettono l’espressione dello stilista che si abbandona interamente all’arte.
Avremo una Madama Butterfly di Maurizio Galante, della Lucia di Lammermoor di Missoni, del Capriccio e della Salomè di Versace, del Così fan tutte di Armani, della Carmen di Fendi etc… L’evento, vera gioia per chi ama la raffinatezza , è un magnifico viaggio nella haute Couture che racchiude 216 pezzi in mostra (85 abiti, 131 bozzetti) oltre il 50% viene esposto per la prima volta opere che provengono da città e paesi europei ed americani. Da segnalare 34 bozzetti inediti di Renato Balestra per una Turandot pensata per le Terme di Caracalla, mai andata in scena. L’evento è arricchito da apporti eccellenti come dai tutù disegnati da Valentino per il Ballo di Capodanno di Vienna del 2010 nella collezione privata del couturier.
Sono presenti alcuni costumi teatrali provenienti dall’Archivio storico della maison Versace ed esposti per la prima volta, come il sofisticato poncho disegnato da Gianni Versace per Pyramid in tulle nero di seta, dal taglio ampio e circolare, interamente decorata da cristalli policromi Swarovski rossi, blu e gialli che riproducono motivi informali desunti dalle grafiche di Sonia Delaunay, o il modernissimo ed essenziale tutù per la principessa di Souvenir de Leningrad.

La mostra, curata dallo storico dell’arte e della moda Massimiliano Capella, è già approdata nel piano nobile del Palazzo Sheremetev -ora sede del Museo di Stato di Teatro e Musica- di San Pietroburgo, da dove si è trasferitai nella Reggia di Venaria, unica sua tappa italiana.
Massimiliano Capella è uno storico dell’arte e della moda, art director museale e curatore di mostre e progetti culturali principalmente legati al tema arte e moda. Cura la sezione Arte & Moda di Il Giornale dell’Arte (edito da Allemandi) ed è direttore scientifico di Arte | Moda Archive del Centro di Arti Visive dell’Università degli Studi di Bergamo. I suoi testi sono pubblicati da SKIRA, Allemandi & C.,
Mazzotta, Electa, Silvana Editoriale, ART DECO. Tra i progetti espostivi curati si segnalano “Missoni e
Tiziano. Colore e luce del Rinascimento veneziano alla moda del XX secolo, “Gianni Versace. Il genio
della moda e l’arte”, “Il Teatro degli Artisti. Da Picasso a Pomodoro/da de Chirico a Guttuso. Grandi
artisti all’Opera”, “Valentino e Yves Saint Laurent”, “Il teatro alla moda”, “Roberto Capucci e
l’Antico”, “Roberto Capucci. La ricerca della regalità

A CURA DELLA REDAZIONE

Print Friendly, PDF & Email

paola olivieri

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

rfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-slide