XVIII Festival Pergolesi Spontini: Andrà in scena “Le metamorfosi di Pasquale” farsa ritrovata in un castello belga

 

Il Teatro Pergolesi di Jesi il 20 settembre, ha ospitato  una significativa conferenza stampa nella quale si è presentata la farsa di Spontini intitolata  “Le metamorfosi di Pasquale” : andrà in scena sabato 22 settembre alle ore 22 durante il  XVIII Festival Pergolesi Spontini.

Anteprima riservata ai giovani giovedì 20 settembre alle ore 18.

Sono stati presenti a questo evento di grande importanza per la musica Classica :

Luca Butini, assessore alla cultura del Comune di Jesi.Umberto Domizioli, sindaco di Maiolati Spontini,Lucia Chiatti, responsabile area amministrazione con deleghe di amministratore delegato della Fondazione Pergolesi Spontini,Vincenzo De Vivo, direttore artistico della Fondazione Pergolesi Spontini,Il maestro Giuseppe Montesano, direttore dell’opera,.Laura Pigozzo, assistente alla regia dell’opera

La compagnia di canto: Carlo Feola (Barone), Michela Antenucci (Costanza), Daniele Adriani (Cavaliere-Sergente), Carolina Lippo (Lisetta), Antonio Garés (Il marchese), Davide Bartolucci (Frontino), Baurzhan Anderzhanov (Pasquale).

Questa opera   era stata considerata perduta,ritrovata poi nel Castello d’Ursel in Belgio, attualmente è di proprietà della Duchessa Ursula D’Ursel che sarà presente alla prima insieme alla Delegazione Belga ed il Centro Studi per la Musica Fiamminga della Provincia di Anversa.

Le metamorfosi di Pasquale è  una produzione della Fondazione Pergolesi Spontini in collaborazione con la Fondazione Teatro La Fenice, regia di Bepi Morassi , assistente alla regia Laura Pigozzo ,scene, costumi e luci sono a cura della Scuola di Scenografia dell’Accdemia di Belle Arti di Venezia,  le scene sono di Piero de Francesco , i costumi di ElenaUtenti.

Direzione di Giuseppe Montesano e l’Orchestra Sinfonica Rossini. Sarà registrata in cd per la Dynamic Naxos.

Il cast è composto da : Carolo Feola  nel ruolo del barone,Michela Antenucci  in quello di Costanza,Daniele Adriani  nel doppio ruolo di cavaliere e sergente,Carolina Lippo in quello di Lisetta, Antonio Garés sarà il marchese,  David Bartolucci nel ruolo di Frontino, Baurzhan Anderzhanov in quello di Pasquale. 

 

.Fu  rappresentata per la prima volta il 16 gennaio del 1802 a Venezia al Teatro Giustiniani in San Moisè: è stata  l’ultima opera composta da Spontini per le scene dei teatri italiani. Il musicista emigrò” in Francia ove ebbe successo con   “La vestale” (1807) e “Fernand Cortez” (1809) entrando così  nell’Olimpo della grande musica . Attualmente l’opera si aggiunge all’importante gruppo di partiture del maiolatese, riscoperte, revisionate e messe  in scena dalla Fondazione Pergolesi Spontini: la ritrovata “Fuga in maschera”, “Li puntigli delle donne”, “L’eroismo ridicolo”, “Li finti filosofi”, “Milton”.

Il regista Bepi Morassi dichiara : «Sono partito  dalla natura ‘napoletana’ dell’opera, anche se la città non è esplicitamente citata nel libretto, e da qui ho identificato un’ambientazione che mi sembrava convincente. Siamo agli inizi del Novecento, in un periodo di passaggio estremamente vitale non ancora funestato dall’orrore della guerra, caratterizzato dall’avvento dei Café chantant. […] In questo contesto un po’ liberty e da ‘varietà’ il padre di Costanza, da indefinita figura nobiliare, diviene il proprietario di una specie di Caffè Gambrinus, il celebre locale napoletano fondato nel 1860. E partendo da qui anche gli altri personaggi hanno assunto un’identità sempre più definita, che fa riferimento a quell’epoca: il cavaliere, ad esempio, incarna un po’ la maschera ‘sciupafemmine’ di Fefè».

Biglietti da 15 a 30 euro.

Il XVIII Festival Pergolesi Spontini è organizzato dalla Fondazione Pergolesi Spontini con il sostegno del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Marche, dei Soci Fondatori Comune di Jesi e Comune di Maiolati Spontini, partecipanti Aderenti Comune di Monsano e Comune di San Marcello, partecipante sostenitore Camera di Commercio di Ancona, fondatori sostenitori Art Venture (Gruppo Pieralisi, Leo Burnett, Starcom Italia), con il patrocinio del Consiglio regionale delle Marche. Il Festival è realizzato in collaborazione con Comune di Ancona, Comune di Apiro, Comune di Camerata Picena, Comune di Ostra, Avis Jesi, Italia Nostra, FAI Delegazione di Ancona, Circolo E. Nathan, Collegio Circoscrizionale MM.VV. Marche Grande Oriente d’Italia, Locanda dell’Abbazia di Sant’Urbano, Società Amici della Musica “G. Michelli” di Ancona, Asolo Musica – Festival Organistico di Treviso, Centro Nazionale di Studi Leopardiani. Media parter Classica HD; sponsor tecnici Santarelli & Partners, Istituto Marchigiano di Tutela Vini; partner sono Etjca Spa, Poliarte, Unione Stilisti Marche. Si ringrazia UBI BANCA, PROMETEO SPA e tutti i MECENATI 2018 per il contributo erogato tramite Art BonusBiglietti da 15 a 30 euro.INFO: Biglietteria Teatro G.B. Pergolesi tel. 0731 206888

 

Print Friendly, PDF & Email
rfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-slide