Home / arte e cultura / Mogol ha ricevuto al Teatro Pergolesi di Jesi la tessera onoraria di “Amico della Fondazione Pergolesi Spontini”. Lucia Chiatti: “Abbiamo voluto donare la nostra amicizia nel segno della musica”. 

Mogol ha ricevuto al Teatro Pergolesi di Jesi la tessera onoraria di “Amico della Fondazione Pergolesi Spontini”. Lucia Chiatti: “Abbiamo voluto donare la nostra amicizia nel segno della musica”. 

Mogol ha ricevuto al Teatro Pergolesi di Jesi la tessera onoraria di “Amico della Fondazione Pergolesi Spontini”. Lucia Chiatti: “Abbiamo voluto donare la nostra amicizia nel segno della musica”.

 

 

Giulio Rapetti, in arte Mogol, è un nuovo “Amico della Fondazione Pergolesi Spontini”, nell’albo che riunisce i sostenitori dell’attività dell’ente teatrale. L’autore e produttore discografico – noto per il sodalizio artistico con Lucio Battisti e fondatore del Cet, la scuola per giovani talenti musicali ad Avigliano Umbro – ha ricevuto la tessera onoraria sul palcoscenico del Teatro Pergolesi di Jesi, al termine di una emozionante “lectio magistralis” su creatività e resilienza cui hanno partecipato i ragazzi delle scuole superiori.

A consegnare la tessera onoraria, Lucia Chiatti, amministratore delegato della Fondazione, che ha commentato “Abbiamo voluto donare la nostra amicizia nel segno della musica, che ha il potere di unire le persone e di offrire occasioni di crescita e di confronto. Il teatro è di tutti, e ci auguriamo che sempre più persone possano sostenere il Teatro Pergolesi insieme a noi!”

Nei mesi scorsi sempre al Teatro Pergolesi, hanno ricevere la tessera onoraria dell’albo, il Premio Oscar Roberto Benigni, i ct azzurri di calcio e ciclismo, Roberto Mancini e Davide Cassani, e il giornalista sportivo Marino Bartoletti.

Essere “Amico della Fondazione Pergolesi Spontini” significa andare oltre lo status di semplice spettatore, per vivere un rapporto più diretto e partecipato con il Teatro sostenendone in prima persona le attività istituzionali e culturali.

C.Stampa fpsjesi

La foto è di Luca Ubaldi

Print Friendly, PDF & Email

paola olivieri

rfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-sliderfwbs-slide